La più grande comunità italiana sui videogiochi Total War di Creative Assembly
  

Total War: Warhammer | Total War: Attila | Total War: Rome 2 | Total War: Shogun 2
Napoleon: Total War | Empire: Total War | Medieval II: Total War | Rome: Total War

LEGGETE IL NOSTRO REGOLAMENTO PRIMA DI PARTECIPARE. PER FARE RICHIESTE DI SUPPORTO, LEGGETE PRIMA QUESTA DISCUSSIONE.

 

 
Print | Email Notification    
Author

Total War: ROME 2 - Desert Kingdoms

Last Update: 5/23/2018 8:17 PM
3/17/2018 7:21 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,284
Registered in: 7/28/2006
Location: CATANIA
Age: 46
Gender: Male
- Moderatore -
Praefectus Fabrum
Attila, pur con la bella grafica, paga la poca varietà di fazioni sensate. Poi spaziare tra i Romani d'Occidente ed i Romani d'Oriente, massimo i Persiani. Poi devi stare una vita in difensa fin quando l'impero non si stabilizza e gli Unni crepano e sinceramente, alla fine, è più noioso di una qualunque campagna con Marsilia in Rome2.

Personalmente a me piace, ma oltre ad usare i Romani ci faccio ben poco.
-------------------------------------------------
"Odiare i mascalzoni è cosa nobile" (Quintiliano)

"Ingiuriare i mascalzoni con la satira è cosa nobile, a ben vedere significa onorare gli onesti" (Aristofane)
3/17/2018 7:46 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 2,662
Registered in: 10/23/2013
Location: TARANTO
Age: 37
Gender: Male
Tribunus Angusticlavius
Pontifex Maximus
Re:
Antioco il Grande, 17/03/2018 19.21:

Attila, pur con la bella grafica, paga la poca varietà di fazioni sensate. Poi spaziare tra i Romani d'Occidente ed i Romani d'Oriente, massimo i Persiani. Poi devi stare una vita in difensa fin quando l'impero non si stabilizza e gli Unni crepano e sinceramente, alla fine, è più noioso di una qualunque campagna con Marsilia in Rome2.

Personalmente a me piace, ma oltre ad usare i Romani ci faccio ben poco.



Quoto,piace molto anche a me.Si forse la campagna principale è un po carente,ma i DLC sono fantastici...per esempio,le campagne con Visigoti,Ostrogoti e Vandali in Belisario sono bellissime,e non scherza pure quella con l'Emirato di Cordoba in Carlo Magno.Magari qualche altra cosa sull'Islam ci stava...
Cmq confermo la presenza della "Faraona" tolemaica :) il resto lo sto ancora esplorando.




"La morte è bella,quando il prode combatte in prima fila e cade per la Patria." Tirteo I,10
3/18/2018 9:52 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 547
Registered in: 7/27/2004
Location: ACCIANO
Age: 33
Gender: Male
Centurio
Re:
markonex, 17/03/2018 14.05:

Il vero problema delle guerre diadochi, che comunque non sarebbero niente male, é la scarsa varietà di tattiche e unità utilizzabili, so riduce tutto a chi fa applica meglio incudine e martello con falangi e cavallerie, mentre con Alessandro abbiamo un grande personaggio carismatico, cui applicare molti script narrativi e che combatte contro eserciti abbastanza diversi (greci)o molto diversi (persiani,indiani)




In teoria non ci sono eserciti diversi anche nella guerra dei diadochi? Macedoni, Seleucidi, Egitto, ecc.... o no?

Però il bello dovrebbe essere la parte politica, si partirebbe da un unico impero con tanti parti che si "scindono" e non sarebbe il primo total war che si giocherebbe con "fazioni uguali"
[Edited by UnicoPCMaster 3/18/2018 9:53 AM]
3/18/2018 10:52 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 393
Registered in: 2/5/2015
Location: CARMAGNOLA
Age: 31
Gender: Male
Principalis
Quello che voglio dire é che dopo Alessandro ormai l'esercito tutto falangi come incudine e cavalleria d'assalto come martello si era diffuso in tutto il mondo ellenistico, certo cambierebbero le skin e i nomi, ma avresti comunque sarisse contro sarisse e ipaspisti contro altri simili ipaspisti. Alessandro diffuse in gran parte del mondo conosciuto tattiche che poi sarebbero crollate solo contro Roma :)


"Stando qui inizia la mia rovina. Venendo là inizia quella degli altri". [ Cesare sul Rubicone]
3/18/2018 5:42 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 916
Registered in: 9/25/2008
Gender: Male
Centurio
Re:
Antioco il Grande, 17/03/2018 19.19:

Mi sfugge un passaggio. Le donne, nelle fazioni greche non sembrano poter regnare (con i Seleucidi, anche se ho principesse super caxxute, alla morte del re il trono passa ad un altro generale, sebbene, storicamente alcune regine seleucidi abbiano regnato, pur causando più guai che altro). Usando i Romani, però, ho trovato una regina tolemaica in Egitto, quindi, almeno questo regno greco ha parità di diritti.

Quindi, è solo l'Egitto, tra gli stati greco-ellenistici, a poter avere regine regnanti?



Giusto per ricapitolare, come già detto Greci e Romani (almeno) non possono avere regine o generali donne, mentre gli stati successori, fazioni barbariche, ecc. sì e ci sono alcuni esempi che hanno fatto sul blog:

Berenice III - ROME II - Egitto
Cleopatra II - ROME II - Egitto
Berenice IV - ROME II - Egitto
Cleopatra Thea - ROME II - Seleucidi
Berenice Phernophorus - ROME II - Seleucidi
Olympia II - ROME II - Epiro
Laodice - ROME II - Ponto
Laodice IV - ROME II - Ponto
Erato - Imperator Augustus - Armenia
Musa - Imperator Augustus - Parti
Amanitore - ROME II - Kush
Shanakhdakheto - ROME II - Kush

Quindi anche i seleucidi potrebbero avere una "regina".

Leonida.7742, 17/03/2018 18.34:



Per quel che concerne la storia romana,come detto prima,vorrei qualcosa sulle origini,e poi si che sono a posto.Inoltre,vabè non c'entra nulla,ma mi è rimasto tra capo e collo un DLC sull'ascesa dell'Islam in Attila.Cosa che non vedremo mai,visto che il titolo è morto e sepolto.




Il punto è che avremo Thrones of Britannia che di fatto deriva da Attila, avevo letto ma non ricordo e quindi potrei sbagliarmi che in concomitanza di ToB potrebbe esserci un update anche per Attila, con qualche miglioria (penso sopratutto nell'ambito dell'ottimizzazione dell'engine).
[Edited by Exodus 89 3/18/2018 6:07 PM]
3/18/2018 7:12 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,284
Registered in: 7/28/2006
Location: CATANIA
Age: 46
Gender: Male
- Moderatore -
Praefectus Fabrum
Ok, tutto chiaro. Allora la signora di turno diventa regina se è una di quelle storiche?

Esempio: se mi spunta Cleopatra Thea tra i familiari seleucidi, facendole scalare i gradini del cursus honorum, diverrà regina; se mi nasce una Berenice, invece, no. O sbaglio? Infatti, con i Romani, ad un certo punto, ho trovato Teuta che regnava sui Daorsi (e l'ho fatta sposare con il mio capo famiglia, un Cornelio. La signora ha fatto la difficile, all'inizio, ma con qualche migliaio di denari s'è convinta. Morto il mio capo famiglia, l'ho fatta sposare con il suo successore e, morto questo, con il nuovo successore. Poi è morta lei! Dopo il primo matrimonio, è stata ben felice di risposarsi, due volte, gratis! Penso che i rapporti tra le fazioni fossero tanto idilliaci che non faceva più problemi, oppure era una sfacciata, non so).

In ED, invece, con Palmira, campagna che avevo iniziato prima dell'8 Marzo, sono spuntate due principotte e le ho messe a guidare una un esercito e l'altra una flotta. Ma avendo una regina come Zenobia...
-------------------------------------------------
"Odiare i mascalzoni è cosa nobile" (Quintiliano)

"Ingiuriare i mascalzoni con la satira è cosa nobile, a ben vedere significa onorare gli onesti" (Aristofane)
3/18/2018 8:46 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 393
Registered in: 2/5/2015
Location: CARMAGNOLA
Age: 31
Gender: Male
Principalis
I matrimoni con principesse di altre fazioni si combinano dalla schermata della diplomazia?


"Stando qui inizia la mia rovina. Venendo là inizia quella degli altri". [ Cesare sul Rubicone]
3/18/2018 9:24 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 2,079
Registered in: 3/24/2009
Gender: Male
Tribunus Angusticlavius
Ho da segnalare che non mi funge il pulsante dell'Accademia Total war in alto a sinistra. Non so a voi.
Per quanto riguarda i nuovi achievements con Boudicca, se è possibile avere in battaglia un esercito guidato da lei, come mai, per gli Iceni, non è stata menzionata nelle patch notes (l'elenco delle regine di sopra, riportato da Exodus89)?
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
IULIANUS IL VOLSCO

Ecco il mio breve libro, un mio impegno per un approfondimento della storia locale nell'antichità del mio territorio: origini del nome, storia e topografia dell'antica Antium.

Marco Riggi, "Antium: memorie storiche nel territorio di Anzio e Nettuno", Youcanprint, 2019.

Su Amazon.it
https://www.amazon.it/Antium-memorie-storiche-territorio-Nettuno/dp/8831646443



«..il moderno Anzio. Comune di 3500 abitanti, è di recente costituzione (1858), essendo stato sempre un appodiato di Nettuno (Comune di 5500 ab.), il vero centro abitato erede e continuatore degli antichi Anziati. Scorrendo pertanto le memorie antiche di questo popolo, noi non possiamo separare, specialmente nell'età antica, Anzio da Nettuno, perché ogni anticaglia trovata ad Anzio o a Nettuno spetta ad uno stesso centro. Epigrafi anziati trovansi a Nettuno come in Anzio. […] Del resto è certo che la evoluzione del centro abitato [di Nettuno] nel medio evo, fu esclusivamente agricola. Difatti la terza notizia, che ce n'è pervenuta, è quella importantissima dell'essere stata in Anzio [l’antica Antium] fondata una "domusculta", ossia villaggio sparso nel vasto sub antico territorio. Ciò avvenne sotto il papa Zaccaria (a. 741-752) come ne fa fede il citato Liber Pontificalis (ivi, pag. 435). Contemporaneo fu l'abbandono del porto neroniano e lo spostamento od accantonamento degli Anziati a Nettuno. Quindi cessa il nome di Anzio e succede il nome dell'altro, che va divenendo soggetto alle vicende politiche della difesa del mare.»

(Giuseppe Tomassetti, "La Campagna romana antica, medioevale e moderna", vol. II, 1910, pp. 366 e 381-382).

«Che ti importa il mio nome? Grida al vento: 'Fante d'Italia!', e dormirò contento!»

-SOLDATO IGNOTO-

«Le genti che portavano il nome di Umbri sono infatti quelle che diedero vita alla civiltà più antica dell’Italia, come ricorda Plinio, il grande scienziato e storico romano, del quale tutti ricordano la frase "Umbrorum gens antiquissima Italiae". Una civiltà che dal 13° secolo avanti Cristo in poi si estese dalla pianura padana al Tevere, dal mare Tirreno all‘Adriatico, come ricordano gli storici greci, e poi (con l‘apporto safino) pian piano fino all’Italia Meridionale; una civiltà alla quale spetta di diritto il nome di “italica”, come la chiamiamo noi moderni, anche se gli storici greci e romani parlano inizialmente di “Umbri” per la metà settentrionale del territorio, e di “Ausoni” per la metà meridionale. Sul fondamento dei dati linguistici, infatti, possiamo affermare che l’Italia fu una realtà culturalmente unitaria ben prima che Roma realizzasse l’unità politica...»

-Prefazione del dottor Augusto Lancillotti al saggio "La lingua degli Umbri", di Francesco Pinna JAMA EDIZIONI-

«furono i riti italici ad entrare in Grecia, e non viceversa».

-Platone, "libro delle leggi"-

«Cavalcava la tigre di se stesso.E cosa fu la sua vita se non una disperata fedeltà ai propri sogni? La grandezza di Annibale è quì racchiusa,nella sublimazione della vittoria come fine a se stessa,come strumento di passione.Egli non aveva nessuna certezza di piegare il nemico fino in fondo,di vincere la guerra.Forse non l'ebbe mai.Ma la battaglia era il suo palpito d'uomo,e di quel fremito soltanto visse.»

Gianni Granzotto, "Annibale"

«..Tristezza e follia sono compagne.Lo spettacolo era desolante e amaro.Non restò più nulla di ciò che Annibale a Cartagine aveva visto e vissuto.Non restò più nulla di Cartagine.E tutto quello che fin quì abbiamo narrato è costruzione della memoria,ciò che è stato tramandato a noi dei fatti,dei detti,dei luoghi:le regioni dei ricordi,disperse e abbandonate nel grande cerchio del tempo,il solo che eternamente esiste.»

Gianni Granzotto,"Annibale"

3/18/2018 9:30 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 916
Registered in: 9/25/2008
Gender: Male
Centurio
Re:
Antioco il Grande, 18/03/2018 19.12:

Ok, tutto chiaro. Allora la signora di turno diventa regina se è una di quelle storiche?



Leggendo dal blog potrebbero anche esserci degli eventi/dilemmi speciali (Esempio---> Link), questi personaggi femminili "apparirebbero" effettivamente durante il "giusto" periodo storico in cui furono regine.

Vedevo su reddit ad esempio che per quanto riguarda gli Iceni Budicca apparirebbe verso il 47 DC, attraverso un evento/dilemma speciale da quanto ho capito.

Ad ogni modo non ho proprio capito perfettamente come funziona la cosa, bisognerebbe provare a fare una partita.

markonex, 18/03/2018 20.46:

I matrimoni con principesse di altre fazioni si combinano dalla schermata della diplomazia?



Dalla schermata della diplomazia puoi arrangiare solo i matrimoni tra capifazione, tra re e regine. Con le principesse puoi giusto in caso "tranquillizzare" i membri di un altro "partito" politico, garantendo quindi un piccolo bonus alla lealtà.

Edit
Iulianus Apostata, 18/03/2018 21.24:

Ho da segnalare che non mi funge il pulsante dell'Accademia Total war in alto a sinistra. Non so a voi.
Per quanto riguarda i nuovi achievements con Boudicca, se è possibile avere in battaglia un esercito guidato da lei, come mai, per gli Iceni, non è stata menzionata nelle patch notes (l'elenco delle regine di sopra, riportato da Exodus89)?



Guarda che caso, incuriosito anch'io della cosa avevo proprio letto reddit che qualcuno ha avuto Budicca nella campagna Imperator Augustus circa nel 47 AD, sembrerebbe tramite evento/dilemma speciale. Non so perchè non ci sia nell'elenco, quella del blog forse è solo una lista di esempio che non comprende tutte le possibilità che hanno inserito.

Ecco una immagine di lei: Link
[Edited by Exodus 89 3/18/2018 10:00 PM]
3/18/2018 11:06 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 2,079
Registered in: 3/24/2009
Gender: Male
Tribunus Angusticlavius
Re: Re:
Exodus 89, 18/03/2018 21.30:



Guarda che caso, incuriosito anch'io della cosa avevo proprio letto reddit che qualcuno ha avuto Budicca nella campagna Imperator Augustus circa nel 47 AD, sembrerebbe tramite evento/dilemma speciale. Non so perchè non ci sia nell'elenco, quella del blog forse è solo una lista di esempio che non comprende tutte le possibilità che hanno inserito.

Ecco una immagine di lei: Link



Ottimo. Ed è anche bello che in determinati momenti cronologici compaiano personaggi femminili storicamente legate a quella data (come quando avvenivano le riforme o altri eventi via scripting, col modding di Rome total war).

[Edited by Iulianus Apostata 3/18/2018 11:09 PM]
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
IULIANUS IL VOLSCO

Ecco il mio breve libro, un mio impegno per un approfondimento della storia locale nell'antichità del mio territorio: origini del nome, storia e topografia dell'antica Antium.

Marco Riggi, "Antium: memorie storiche nel territorio di Anzio e Nettuno", Youcanprint, 2019.

Su Amazon.it
https://www.amazon.it/Antium-memorie-storiche-territorio-Nettuno/dp/8831646443



«..il moderno Anzio. Comune di 3500 abitanti, è di recente costituzione (1858), essendo stato sempre un appodiato di Nettuno (Comune di 5500 ab.), il vero centro abitato erede e continuatore degli antichi Anziati. Scorrendo pertanto le memorie antiche di questo popolo, noi non possiamo separare, specialmente nell'età antica, Anzio da Nettuno, perché ogni anticaglia trovata ad Anzio o a Nettuno spetta ad uno stesso centro. Epigrafi anziati trovansi a Nettuno come in Anzio. […] Del resto è certo che la evoluzione del centro abitato [di Nettuno] nel medio evo, fu esclusivamente agricola. Difatti la terza notizia, che ce n'è pervenuta, è quella importantissima dell'essere stata in Anzio [l’antica Antium] fondata una "domusculta", ossia villaggio sparso nel vasto sub antico territorio. Ciò avvenne sotto il papa Zaccaria (a. 741-752) come ne fa fede il citato Liber Pontificalis (ivi, pag. 435). Contemporaneo fu l'abbandono del porto neroniano e lo spostamento od accantonamento degli Anziati a Nettuno. Quindi cessa il nome di Anzio e succede il nome dell'altro, che va divenendo soggetto alle vicende politiche della difesa del mare.»

(Giuseppe Tomassetti, "La Campagna romana antica, medioevale e moderna", vol. II, 1910, pp. 366 e 381-382).

«Che ti importa il mio nome? Grida al vento: 'Fante d'Italia!', e dormirò contento!»

-SOLDATO IGNOTO-

«Le genti che portavano il nome di Umbri sono infatti quelle che diedero vita alla civiltà più antica dell’Italia, come ricorda Plinio, il grande scienziato e storico romano, del quale tutti ricordano la frase "Umbrorum gens antiquissima Italiae". Una civiltà che dal 13° secolo avanti Cristo in poi si estese dalla pianura padana al Tevere, dal mare Tirreno all‘Adriatico, come ricordano gli storici greci, e poi (con l‘apporto safino) pian piano fino all’Italia Meridionale; una civiltà alla quale spetta di diritto il nome di “italica”, come la chiamiamo noi moderni, anche se gli storici greci e romani parlano inizialmente di “Umbri” per la metà settentrionale del territorio, e di “Ausoni” per la metà meridionale. Sul fondamento dei dati linguistici, infatti, possiamo affermare che l’Italia fu una realtà culturalmente unitaria ben prima che Roma realizzasse l’unità politica...»

-Prefazione del dottor Augusto Lancillotti al saggio "La lingua degli Umbri", di Francesco Pinna JAMA EDIZIONI-

«furono i riti italici ad entrare in Grecia, e non viceversa».

-Platone, "libro delle leggi"-

«Cavalcava la tigre di se stesso.E cosa fu la sua vita se non una disperata fedeltà ai propri sogni? La grandezza di Annibale è quì racchiusa,nella sublimazione della vittoria come fine a se stessa,come strumento di passione.Egli non aveva nessuna certezza di piegare il nemico fino in fondo,di vincere la guerra.Forse non l'ebbe mai.Ma la battaglia era il suo palpito d'uomo,e di quel fremito soltanto visse.»

Gianni Granzotto, "Annibale"

«..Tristezza e follia sono compagne.Lo spettacolo era desolante e amaro.Non restò più nulla di ciò che Annibale a Cartagine aveva visto e vissuto.Non restò più nulla di Cartagine.E tutto quello che fin quì abbiamo narrato è costruzione della memoria,ciò che è stato tramandato a noi dei fatti,dei detti,dei luoghi:le regioni dei ricordi,disperse e abbandonate nel grande cerchio del tempo,il solo che eternamente esiste.»

Gianni Granzotto,"Annibale"

3/19/2018 9:44 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,284
Registered in: 7/28/2006
Location: CATANIA
Age: 46
Gender: Male
- Moderatore -
Praefectus Fabrum
Allora, a me i dilemmi sono comparsi (anche se non avevo capito che fossero legati alle signorine in questione). Tipo: "una brava filosofa" (titolo a caso, non ricordo di preciso), se dicevi sì avevi dei bonus (a questo punto ipotizzo che il bonus fosse la stessa fanciulla nella tua famiglia). La cosa che mi è sfuggita è come fa la ragazza a diventare regina. Nel caso di Berenice Phernophoros, la ragazza è diventata il secondo personaggio sotto re Antioco I, in teoria doveva prenderne il posto alla sua morte (come avviene con i maschi: diventa re il generale subito sotto il re in carica), invece, alla morte di Antioco, è diventato re il primo generale maschio della famiglia (ossia il primo tizio sotto Berenice). Per questo sono rimasto dubbioso sulle regine ellenistiche. Forse, per salire al trono, la ragazza deve essere al massimo grado nella carriera politica (cosa che avevo tralasciato di fare).
-------------------------------------------------
"Odiare i mascalzoni è cosa nobile" (Quintiliano)

"Ingiuriare i mascalzoni con la satira è cosa nobile, a ben vedere significa onorare gli onesti" (Aristofane)
3/19/2018 12:10 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 2,662
Registered in: 10/23/2013
Location: TARANTO
Age: 37
Gender: Male
Tribunus Angusticlavius
Pontifex Maximus
Non dimenticate che il vostro successore è sempre il secondo in termini di gravitas.
[Edited by Leonida.7742 3/19/2018 12:10 PM]


"La morte è bella,quando il prode combatte in prima fila e cade per la Patria." Tirteo I,10
3/19/2018 2:15 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,284
Registered in: 7/28/2006
Location: CATANIA
Age: 46
Gender: Male
- Moderatore -
Praefectus Fabrum
Allora, come non detto. Ho rifatto la campagna dall'inizio; Berenice Phernophoros sbuca verso il quarto o quinto turno e non c'entra nulla con i dilemmi di cui parlavo prima. Al cambio turno arriva la schermata "personaggio importante" ed il nome del personaggio in questione, che si unisce alla famiglia. Guardando le sue caratteristiche, il primo tratto che appare è "dovere familiare"; i dati dicono che è una donna che tiene molto alla cura della casa e della sua famiglia e poi, scritto in rosso, compare "questa donna non può guidare eserciti o diventare leader della fazione", quindi i Seleucidi non hanno donne sul trono o alla guida di armate (anche un'altra fanciulla regale ha lo stesso tratto, quindi non è solo per lei).

I dilemmi invece sono diversi. Me n'è spuntato uno: "architetto". Una ragazza era stata destinata al sacerdozio di Atena, ma lei, molto studiosa, voleva lavorare come architetto. Che vuoi fare? Se la fai contenta ottieni migliorie temporanee (nel caso in questione i reparti a cavallo appena arruolati partono con due baffi d'esperienza, la cosa funziona per 4 turni); se la mandi al tempio ottieni 1000 talenti per le casse dello Stato. Se la fai contenta, se non ho capito male, la ragazza entra a far parte della tua famiglia.
[Edited by Antioco il Grande 3/19/2018 3:32 PM]
-------------------------------------------------
"Odiare i mascalzoni è cosa nobile" (Quintiliano)

"Ingiuriare i mascalzoni con la satira è cosa nobile, a ben vedere significa onorare gli onesti" (Aristofane)
3/19/2018 7:19 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 916
Registered in: 9/25/2008
Gender: Male
Centurio
A quanto pare allora gli stati successori, con eccezione dell'Egitto, non possono avere regine.
3/20/2018 5:27 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 2,694
Registered in: 7/29/2009
Gender: Male
- Amministratore -
Tribunus Angusticlavius

Hotfix – 20/03/18
– Fixed an issue that caused Assembly Kit to fail processing a campaign.

– Improved the AI behaviour when defending wall breaches.

– Improved the AI behaviour when defending gate breaches.

– Fixed an issue that changed the diplomacy relations with AI factions on old save games.

– Fixed Zenobia’s VO for Diplomacy in Empire Divided.

– Adjusted the skin tone for some of the faction generals (Celtic, Illyrian, Iberian)

– Fixed a problem with Teuta’s model and textures

– Fixed incorrect spawning window dates for historical characters in Wrath of Sparta
3/22/2018 12:53 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 2,079
Registered in: 3/24/2009
Gender: Male
Tribunus Angusticlavius
Re:
Poitiers, 20/03/2018 17.27:

Hotfix – 20/03/18


– Fixed incorrect spawning window dates for historical characters in Wrath of Sparta



Si intendono gli anni storici? Molto bello che si possano reclutare nobili come dignitari in Wrath of Sparta.
Non mi funge il pulsante Accademia total war.


[Edited by Iulianus Apostata 3/27/2018 11:27 PM]
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
IULIANUS IL VOLSCO

Ecco il mio breve libro, un mio impegno per un approfondimento della storia locale nell'antichità del mio territorio: origini del nome, storia e topografia dell'antica Antium.

Marco Riggi, "Antium: memorie storiche nel territorio di Anzio e Nettuno", Youcanprint, 2019.

Su Amazon.it
https://www.amazon.it/Antium-memorie-storiche-territorio-Nettuno/dp/8831646443



«..il moderno Anzio. Comune di 3500 abitanti, è di recente costituzione (1858), essendo stato sempre un appodiato di Nettuno (Comune di 5500 ab.), il vero centro abitato erede e continuatore degli antichi Anziati. Scorrendo pertanto le memorie antiche di questo popolo, noi non possiamo separare, specialmente nell'età antica, Anzio da Nettuno, perché ogni anticaglia trovata ad Anzio o a Nettuno spetta ad uno stesso centro. Epigrafi anziati trovansi a Nettuno come in Anzio. […] Del resto è certo che la evoluzione del centro abitato [di Nettuno] nel medio evo, fu esclusivamente agricola. Difatti la terza notizia, che ce n'è pervenuta, è quella importantissima dell'essere stata in Anzio [l’antica Antium] fondata una "domusculta", ossia villaggio sparso nel vasto sub antico territorio. Ciò avvenne sotto il papa Zaccaria (a. 741-752) come ne fa fede il citato Liber Pontificalis (ivi, pag. 435). Contemporaneo fu l'abbandono del porto neroniano e lo spostamento od accantonamento degli Anziati a Nettuno. Quindi cessa il nome di Anzio e succede il nome dell'altro, che va divenendo soggetto alle vicende politiche della difesa del mare.»

(Giuseppe Tomassetti, "La Campagna romana antica, medioevale e moderna", vol. II, 1910, pp. 366 e 381-382).

«Che ti importa il mio nome? Grida al vento: 'Fante d'Italia!', e dormirò contento!»

-SOLDATO IGNOTO-

«Le genti che portavano il nome di Umbri sono infatti quelle che diedero vita alla civiltà più antica dell’Italia, come ricorda Plinio, il grande scienziato e storico romano, del quale tutti ricordano la frase "Umbrorum gens antiquissima Italiae". Una civiltà che dal 13° secolo avanti Cristo in poi si estese dalla pianura padana al Tevere, dal mare Tirreno all‘Adriatico, come ricordano gli storici greci, e poi (con l‘apporto safino) pian piano fino all’Italia Meridionale; una civiltà alla quale spetta di diritto il nome di “italica”, come la chiamiamo noi moderni, anche se gli storici greci e romani parlano inizialmente di “Umbri” per la metà settentrionale del territorio, e di “Ausoni” per la metà meridionale. Sul fondamento dei dati linguistici, infatti, possiamo affermare che l’Italia fu una realtà culturalmente unitaria ben prima che Roma realizzasse l’unità politica...»

-Prefazione del dottor Augusto Lancillotti al saggio "La lingua degli Umbri", di Francesco Pinna JAMA EDIZIONI-

«furono i riti italici ad entrare in Grecia, e non viceversa».

-Platone, "libro delle leggi"-

«Cavalcava la tigre di se stesso.E cosa fu la sua vita se non una disperata fedeltà ai propri sogni? La grandezza di Annibale è quì racchiusa,nella sublimazione della vittoria come fine a se stessa,come strumento di passione.Egli non aveva nessuna certezza di piegare il nemico fino in fondo,di vincere la guerra.Forse non l'ebbe mai.Ma la battaglia era il suo palpito d'uomo,e di quel fremito soltanto visse.»

Gianni Granzotto, "Annibale"

«..Tristezza e follia sono compagne.Lo spettacolo era desolante e amaro.Non restò più nulla di ciò che Annibale a Cartagine aveva visto e vissuto.Non restò più nulla di Cartagine.E tutto quello che fin quì abbiamo narrato è costruzione della memoria,ciò che è stato tramandato a noi dei fatti,dei detti,dei luoghi:le regioni dei ricordi,disperse e abbandonate nel grande cerchio del tempo,il solo che eternamente esiste.»

Gianni Granzotto,"Annibale"

4/2/2018 11:33 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 393
Registered in: 2/5/2015
Location: CARMAGNOLA
Age: 31
Gender: Male
Principalis
Confermato sul blog total war l'arrivo di una nuova campagna Rome 2, in cui saranno inseriti elementi tratti da suggerimenti community e correzioni varie con nuove feature di campagna. Da parte mia speriamo in una grande revisione globale di tutti i problemi, pochi, rimasti, con tante battaglie storiche aggiunte(anche a pagamento) e un'avventura su personaggi epici e carismatici, per approfondire il Filone Narrativo. Cesare non ci concederà il bis, purtroppo, dunque il mio preferito rimane Alessandro. Per un viaggio ai confini del mondo sull'onda dei romanzi di Manfredi. Etaroi, pezeteri e ipaspisti. Che volere di più?


"Stando qui inizia la mia rovina. Venendo là inizia quella degli altri". [ Cesare sul Rubicone]
4/2/2018 12:34 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 2,662
Registered in: 10/23/2013
Location: TARANTO
Age: 37
Gender: Male
Tribunus Angusticlavius
Pontifex Maximus
Markonex non voglio nulla di più! mi hanno fatto un regalo per Pasqua bellissimo!!! Speriamo bene...magari fortificazioni agli insediamenti minori :sbav


"La morte è bella,quando il prode combatte in prima fila e cade per la Patria." Tirteo I,10
4/2/2018 1:48 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 393
Registered in: 2/5/2015
Location: CARMAGNOLA
Age: 31
Gender: Male
Principalis
Grande Leonida, aspettiamo col fiato sospeso :):) Felice Pasquetta :)


"Stando qui inizia la mia rovina. Venendo là inizia quella degli altri". [ Cesare sul Rubicone]
4/2/2018 1:49 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 393
Registered in: 2/5/2015
Location: CARMAGNOLA
Age: 31
Gender: Male
Principalis
markonex, 02/04/2018 13.48:

Grande Leonida, aspettiamo col fiato sospeso, non sarebbe niente male la fortificazione degli insediamenti minori, anche se difficile :):) Felice Pasquetta :)




"Stando qui inizia la mia rovina. Venendo là inizia quella degli altri". [ Cesare sul Rubicone]
4/2/2018 6:43 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 2,662
Registered in: 10/23/2013
Location: TARANTO
Age: 37
Gender: Male
Tribunus Angusticlavius
Pontifex Maximus
Grazie,e felice pasquetta anche a te.Mi servono gli auguri,perchè tra grigliate e cioccolato stasera una colica renale non me toglie nessuno :rofl


"La morte è bella,quando il prode combatte in prima fila e cade per la Patria." Tirteo I,10
4/3/2018 3:35 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,284
Registered in: 7/28/2006
Location: CATANIA
Age: 46
Gender: Male
- Moderatore -
Praefectus Fabrum
Fatto mai avvenuto. Ho inviato la mia principotta in missione diplomatica in Battria. I Battriani mi hanno regalo una città! Certo, essendo in capo al mondo l'ho persa dopo un po' di tempo, non era difendibile, però...

Ho voluto fare il furbo ed ho rimandato la stessa principotta dai Medi in missione diplomatica, hai visto mai... Me l'hanno ammazzata!
-------------------------------------------------
"Odiare i mascalzoni è cosa nobile" (Quintiliano)

"Ingiuriare i mascalzoni con la satira è cosa nobile, a ben vedere significa onorare gli onesti" (Aristofane)
4/3/2018 9:36 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 393
Registered in: 2/5/2015
Location: CARMAGNOLA
Age: 31
Gender: Male
Principalis
Ho appena iniziato una campagna coi Sasanidi, dopo aver finalmente acquistato Empire Divided. Che dire, Palmira parte subito potentissima e ho vinto battaglie perdendo non poche truppe. Devo un po' riprendere la mano con questo nuovo tipo di esercito, che all'inizio é decente solo per o generali e qualche cavalieri mentre mi becco gli spadaccini corazzati del nemico. Bella sfida, non male gli eventi scriptati. Ero indeciso se iniziare con Aureliano ma ho deciso di provare a iniziare con la Persia, sarà che adoro fli elefanti, reali o virtuali che siano. I catafratti fanno davvero paura


"Stando qui inizia la mia rovina. Venendo là inizia quella degli altri". [ Cesare sul Rubicone]
4/4/2018 12:20 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 2,662
Registered in: 10/23/2013
Location: TARANTO
Age: 37
Gender: Male
Tribunus Angusticlavius
Pontifex Maximus
Re:
Antioco il Grande, 03/04/2018 15.35:



Ho voluto fare il furbo ed ho rimandato la stessa principotta dai Medi in missione diplomatica, hai visto mai... Me l'hanno ammazzata!



...e perchè fanno le cose a metà.Ovviamente ci sta come cosa,ma devono assolutamente aggiungere degli ancillari adatti per i politici...che diavolo li metto "+5 unità corpo a corpo"???







"La morte è bella,quando il prode combatte in prima fila e cade per la Patria." Tirteo I,10
4/22/2018 12:49 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 4
Registered in: 4/22/2018
Gender: Male
Miles
Innanzitutto saluto tutti, dato che sono nuovo.
Poi vorrei sapere se il Free-LC Female Leaders sia insieme al nuovo DLC, oppure insieme alla nuova patch?
Ringrazio in anticipo chi mi risponderà. :superrofl
4/22/2018 1:46 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 127
Registered in: 8/7/2012
Location: GERMAGNANO
Age: 49
Gender: Male
Immunes
Ciao, mi sembra che lo scarica con la patch
4/22/2018 3:16 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 4
Registered in: 4/22/2018
Gender: Male
Miles
Grazie
5/21/2018 7:08 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 2,662
Registered in: 10/23/2013
Location: TARANTO
Age: 37
Gender: Male
Tribunus Angusticlavius
Pontifex Maximus
Poitiers,sarebbe plausibile l'annuncio della Campagna per i primi di Giugno? Credo che i tempi siano maturi no?


"La morte è bella,quando il prode combatte in prima fila e cade per la Patria." Tirteo I,10
5/22/2018 11:59 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 2,694
Registered in: 7/29/2009
Gender: Male
- Amministratore -
Tribunus Angusticlavius

Re:
Leonida.7742, 21/05/2018 19.08:

Poitiers,sarebbe plausibile l'annuncio della Campagna per i primi di Giugno? Credo che i tempi siano maturi no?



Non ho aggiornamenti dal 3 maggio. A questo punto direi fine giugno.
5/22/2018 11:42 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 393
Registered in: 2/5/2015
Location: CARMAGNOLA
Age: 31
Gender: Male
Principalis
Speriamo bene, Attila è ToB non li prendo, Rome inizia ora a essere il gioco che merita, mi sto divertendo alla grandissima coi sasanidi in ED. I difetti rimangono, per esempio poche battaglie storiche e dlc su desert kingdoms con truppe di kush assolutamente overpowered, vedi shotel corazzati, ad ogni modo l'ultima espansione campagna merita davvero e se arriva Alessandro possono superarsi e chiudere in bellezza con le espansioni


"Stando qui inizia la mia rovina. Venendo là inizia quella degli altri". [ Cesare sul Rubicone]
New Thread
 | 
Reply
Cerca nel forum
Tag discussione
Discussioni Simili   [vedi tutte]

Feed | Forum | Bacheca | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.6.1] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 10:52 PM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2024 FFZ srl - www.freeforumzone.com


© The Creative Assembly Limited.
All trade marks and game content are the property of The Creative Assembly Limited and its group companies.
All rights reserved.