La più grande comunità italiana sui videogiochi Total War di Creative Assembly
  

Total War: Warhammer | Total War: Attila | Total War: Rome 2 | Total War: Shogun 2
Napoleon: Total War | Empire: Total War | Medieval II: Total War | Rome: Total War

LEGGETE IL NOSTRO REGOLAMENTO PRIMA DI PARTECIPARE. PER FARE RICHIESTE DI SUPPORTO, LEGGETE PRIMA QUESTA DISCUSSIONE.

 

 
Print | Email Notification    
Author

A Total War Saga: TROY - 13 Agosto 2020 data di uscita

Last Update: 2/16/2022 9:46 PM
8/14/2020 4:50 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 527
Registered in: 4/8/2011
Gender: Male
Centurio
Ho giocato circa 100 turni con Ulisse arrivando al termine delle missioni omeriche. Volevo esprimere la mia opinione da giocatore hardcore ma che ha abbandonato la serie dopo Rome II. Sperando che importi ancora a qualcuno visto il depauperamento sconcertante della fanbase di questa saga.

Sinceramente giocare mi ha reso molto triste. Il mio voto a questo titolo non supera il 4 e non valorizza il tempo che ho speso seppur gratuitamente. Si tratta di un copia incolla senza alcuna innovazione dai capitoli precedenti. I motivi della mia valutazione sono presto detti:

- Un collasso del punto forte della serie, la componente tattica depauperata di assedi e battaglie navali e come se non bastasse con battaglie terrestri con grafica ed animazioni ORRIBILI.

- Sono tra i pochi a considerare Shogun II un capolavoro ancora oggi ingiustamente scartato da molti per il disinteresse verso la storia nipponica. Seppur evidentemente cerchi di prendere a piene mani da quel titolo, in confronto l'atmosfera che si respira in grecia è imbarazzante tra una trama che non riprende per nulla il capolavoro omerico, la lingua greca inesistente, un UI poco chiara, non ci sono video CGI che possano aiutare nel coinvolgimento.
- Non so se qualcuno veramente apprezzerà la scelta di non fare nè un titolo storico nè letterario. Le unità oltre orribili non sono figlie di nessuno dimostrando un fan service da 4 soldi per richiamare le due fanbase della saga oggi giorno.

Ormai mi pare chiaro come la CA sia diventata non più il team brillante e rivoluzionario di un tempo ma una casa destinata a ripetere una formula in eterno con sempre meno tempo e budget.

Ci sarebbero tante altre cose da aggiungere ma non ho voluto inserire difetti della serie presenti da anni e anni ma solo i passi indietro mostruosi. Sembra realizzato da dei dilettanti.
Anche l'apporto delle divinità seppur idealmente interessante non mi ha preso perchè si risolve in soli bonus e malus. Non c'è dunque la presenza fisica dell'Iliade ma una soluzione più banale che per me è un peccato. Anche se devo dire che hanno azzeccato abbastanza la psicologia dell'uomo greco e antico verso il divino e il soprannaturale. Almeno questo lo si respira. Per nulla invece si vede nel rapporto con la politica gli altri greci e il potere.




[Edited by Pico total war 8/14/2020 4:57 PM]




8/14/2020 6:05 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 2,662
Registered in: 10/23/2013
Location: TARANTO
Age: 37
Gender: Male
Tribunus Angusticlavius
Pontifex Maximus
Re:
Pico total war, 14/08/2020 16:50:

Ho giocato circa 100 turni con Ulisse arrivando al termine delle missioni omeriche. Volevo esprimere la mia opinione da giocatore hardcore ma che ha abbandonato la serie dopo Rome II. Sperando che importi ancora a qualcuno visto il depauperamento sconcertante della fanbase di questa saga.

Sinceramente giocare mi ha reso molto triste. Il mio voto a questo titolo non supera il 4 e non valorizza il tempo che ho speso seppur gratuitamente. Si tratta di un copia incolla senza alcuna innovazione dai capitoli precedenti. I motivi della mia valutazione sono presto detti:

- Un collasso del punto forte della serie, la componente tattica depauperata di assedi e battaglie navali e come se non bastasse con battaglie terrestri con grafica ed animazioni ORRIBILI.

- Sono tra i pochi a considerare Shogun II un capolavoro ancora oggi ingiustamente scartato da molti per il disinteresse verso la storia nipponica. Seppur evidentemente cerchi di prendere a piene mani da quel titolo, in confronto l'atmosfera che si respira in grecia è imbarazzante tra una trama che non riprende per nulla il capolavoro omerico, la lingua greca inesistente, un UI poco chiara, non ci sono video CGI che possano aiutare nel coinvolgimento.
- Non so se qualcuno veramente apprezzerà la scelta di non fare nè un titolo storico nè letterario. Le unità oltre orribili non sono figlie di nessuno dimostrando un fan service da 4 soldi per richiamare le due fanbase della saga oggi giorno.

Ormai mi pare chiaro come la CA sia diventata non più il team brillante e rivoluzionario di un tempo ma una casa destinata a ripetere una formula in eterno con sempre meno tempo e budget.

Ci sarebbero tante altre cose da aggiungere ma non ho voluto inserire difetti della serie presenti da anni e anni ma solo i passi indietro mostruosi. Sembra realizzato da dei dilettanti.
Anche l'apporto delle divinità seppur idealmente interessante non mi ha preso perchè si risolve in soli bonus e malus. Non c'è dunque la presenza fisica dell'Iliade ma una soluzione più banale che per me è un peccato. Anche se devo dire che hanno azzeccato abbastanza la psicologia dell'uomo greco e antico verso il divino e il soprannaturale. Almeno questo lo si respira. Per nulla invece si vede nel rapporto con la politica gli altri greci e il potere.







Anch'io sto facendo una campagna con Ulisse...15 turni appena.
Sulle battaglie ti do ragione,sulle animazioni pure ed anche sulla grafica (anche se i campi di battaglia si presentano migliori dal video gameplay di un paio di mesi fa).
Sul resto non sarei così drastico sinceramente,non è male.
La mappa di campagna è bellissima, le musiche e le illustrazioni animate anche e l'atmosfera tutto sommato è bella.
Poi vabbè...15 turni ho fatto,ancora è acerbo il mio parere.




"La morte è bella,quando il prode combatte in prima fila e cade per la Patria." Tirteo I,10
8/14/2020 6:29 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 527
Registered in: 4/8/2011
Gender: Male
Centurio
Re: Re:
Leonida.7742, 14/08/2020 18:05:



Anch'io sto facendo una campagna con Ulisse...15 turni appena.
Sulle battaglie ti do ragione,sulle animazioni pure ed anche sulla grafica (anche se i campi di battaglia si presentano migliori dal video gameplay di un paio di mesi fa).
Sul resto non sarei così drastico sinceramente,non è male.
La mappa di campagna è bellissima, le musiche e le illustrazioni animate anche e l'atmosfera tutto sommato è bella.
Poi vabbè...15 turni ho fatto,ancora è acerbo il mio parere.






Ma infatti è questo che non capisco. Perchè hanno volutamente sottosviluppato il gioco. Siamo ai livelli di Empire tecnicamente. Forse la strategia è questa. Fare un gioco spin off (c'è da tenere conto) per tutti i pc e adatto ai novizi gratis per allargare la comunità. Dal punto di vista stilistico ho apprezzato l'uso dell'arte greca ma mi sono cascate le cosidette al sentire il solito idioma anglofono.




8/14/2020 9:07 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 2,694
Registered in: 7/29/2009
Gender: Male
- Amministratore -
Tribunus Angusticlavius

8/15/2020 1:10 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 2,662
Registered in: 10/23/2013
Location: TARANTO
Age: 37
Gender: Male
Tribunus Angusticlavius
Pontifex Maximus
Se la loro politica era quella di darlo gratis per raggiungere utenti da ogni dove ci sono riusciti: 1 milione di copie "vendute" in meno di 24 ore.
Tornando al gioco, confermo le impressioni positive sulla parte gestionale/strategica del titolo,ma in quanto a battaglie non ci siamo prorio.
Blob caotici,unità stranissime, 0 cavalleria, texture e animazioni al limite del guardabile...mah!
Riflettete su questo: Con un pc del 2013, la cui scheda video non ricordo nemmeno il nome per quanto sia obsoleta, sto giocando con tutto ad Ultra!
Ma sul serio ragazzi, tutto ultra e con filtro antialiaising e SSAO sparati al massimo...ho detto tutto!


"La morte è bella,quando il prode combatte in prima fila e cade per la Patria." Tirteo I,10
8/15/2020 10:03 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,284
Registered in: 7/28/2006
Location: CATANIA
Age: 46
Gender: Male
- Moderatore -
Praefectus Fabrum
Concordo con il giudizio di Sirius. Ho fatto 20 turni con Enea, la grafica mi è piaciuta abbastanza, scontri sempliciotti in realtà, ma interessante. Anche a me ha dato l'idea di giocare a Warhammer con i Troiani invece dei nani e dei troll.

Interessante la possibilità di riscattare le Amazzoni gratis con la sincronizzazione degli account.

La cosa strana è l'assenza di cavalleria, considerando che i Troiani erano chiamati costantemente da Omero "domatori di cavalli".
[Edited by Antioco il Grande 8/15/2020 10:09 AM]
-------------------------------------------------
"Odiare i mascalzoni è cosa nobile" (Quintiliano)

"Ingiuriare i mascalzoni con la satira è cosa nobile, a ben vedere significa onorare gli onesti" (Aristofane)
8/15/2020 12:34 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,284
Registered in: 7/28/2006
Location: CATANIA
Age: 46
Gender: Male
- Moderatore -
Praefectus Fabrum
Per quanti limiti possa avere, si può notare che questo, dato gratis, è fatto meglio di Rome2 al giorno 1 dato a pagamento!
-------------------------------------------------
"Odiare i mascalzoni è cosa nobile" (Quintiliano)

"Ingiuriare i mascalzoni con la satira è cosa nobile, a ben vedere significa onorare gli onesti" (Aristofane)
8/15/2020 3:07 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 2,662
Registered in: 10/23/2013
Location: TARANTO
Age: 37
Gender: Male
Tribunus Angusticlavius
Pontifex Maximus
La Grafica della mappa strategica è fantastica, e pure quella dei campi di battaglia non è affatto male.
Mesi fa la criticai, ma evidentemente ci hanno lavorato parecchio prima del lancio.Il dramma per me sono le texture delle unità , le animazioni e i Blob.Non ci riesco a fare ammucchiate anziché battaglie.
Ed è un peccato questo, perché i campi di battaglia sono ben strutturati ed offrono tantissimi spunti tattici.Tra alture, boscaglie, erba alta e terreni fangosi ci sarebbe da divertirsi.Ma credo che tra non molto vedremo delle belle mod.
[Edited by Leonida.7742 8/15/2020 3:08 PM]


"La morte è bella,quando il prode combatte in prima fila e cade per la Patria." Tirteo I,10
8/15/2020 5:45 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 12,569
Registered in: 10/17/2005
Gender: Male
- Amministratore -
Praefectus Legionis
Deus ex machina
Re:
Antioco il Grande, 15/08/2020 12:34:

Per quanti limiti possa avere, si può notare che questo, dato gratis, è fatto meglio di Rome2 al giorno 1 dato a pagamento!



Su questo non c'è dubbio. Considera che Rome 2 è diventato stabile e tecnicamente pulito solo un anno dopo la sua uscita. UN ANNO DOPO. Ed è diventato un total war decente solo 2 anni dopo. Quando hanno tolto tutte le caxxate che avevano inventato per ROme 2 all'uscita. Vi ricordate le bandiere da difendere nelle battaglie campali? L'assenza di modalità guardia per la fanteria? E tanto altro. In pratica quando hanno eliminato tutte le "innovazioni" che avevano pensato per Rome 2, è diventato un bel gioco.

Detto questo, ritengo ancora oggi che Shogun 2, Fall of the Samurai e Rome 2 (dopo anni di patch!) siano i migliori Total War di sempre. Rimangono imbattuti. E dopo anni, hanno tirato fuori comunque cose interessanti. Rise of the Republic mi piace da matti!
[Edited by Sirius 21 8/15/2020 5:49 PM]
8/16/2020 5:04 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 547
Registered in: 7/27/2004
Location: ACCIANO
Age: 33
Gender: Male
Centurio
Ah si, anch'io considero Shogun 2 uno dei migliori total war di sempre, Rome II, ho apprezzato anche le novità introdotte con Empire Divided, peccato solo non abbiano chiuso definitivamente il cerchio con un ultimo dlc/espansione standalone/saga dedicato ai diadochi e Alessandro magno.
8/16/2020 6:40 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 600
Registered in: 3/29/2009
Location: TERAMO
Age: 38
Gender: Male
Centurio
Re: Re:
Sirius 21, 15/08/2020 17:45:



Su questo non c'è dubbio. Considera che Rome 2 è diventato stabile e tecnicamente pulito solo un anno dopo la sua uscita. UN ANNO DOPO. Ed è diventato un total war decente solo 2 anni dopo. Quando hanno tolto tutte le caxxate che avevano inventato per ROme 2 all'uscita. Vi ricordate le bandiere da difendere nelle battaglie campali? L'assenza di modalità guardia per la fanteria? E tanto altro. In pratica quando hanno eliminato tutte le "innovazioni" che avevano pensato per Rome 2, è diventato un bel gioco.

Detto questo, ritengo ancora oggi che Shogun 2, Fall of the Samurai e Rome 2 (dopo anni di patch!) siano i migliori Total War di sempre. Rimangono imbattuti. E dopo anni, hanno tirato fuori comunque cose interessanti. Rise of the Republic mi piace da matti!



Rome 2 moddato divide et impera è inarrivabile, ti consiglio la rise of republic con questa mod!ps: è un piacere rivederti sul forum Sirius!


8/16/2020 6:45 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 600
Registered in: 3/29/2009
Location: TERAMO
Age: 38
Gender: Male
Centurio
allora le mie prime impressioni sono buone, lo apprezzo, sulla grafica sono abbastanza in linea con Leonida, qualcosa in più si poteva fare, ma tutto sommato non mi disturba, per il resto hanno ricreato bene l'atmosfera omerica, l'immersione è totale, a livello difficile L'IA da il suo bel da fare, la meccanica delle missioni per compiacere dei e nel mio caso Priamo(gioco con Ettore) da un "nuovo" modo di giocare una campagna, devo dire mi sto divertendo!
8/16/2020 9:44 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 527
Registered in: 4/8/2011
Gender: Male
Centurio
Re:
Antioco il Grande, 15/08/2020 10:03:

Concordo

La cosa strana è l'assenza di cavalleria, considerando che i Troiani erano chiamati costantemente da Omero "domatori di cavalli".


Questa cosa è interessante. Io ho letto l'Iliade 18 anni fa lo rifarò spero presto. La cavalleria nel gioco c'è ma è confinata alle bighe (con ruolo di schermagliatori) e ai centauri, su cui mi sono già espresso negativamente perchè avrei preferito unità mitologiche.

Ma non è che banalmente i cavalli erano solo destinati alle bighe, non era stata inventata ancora una tecnica di carica e magari hanno ragione?






8/16/2020 10:24 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 2,079
Registered in: 3/24/2009
Gender: Male
Tribunus Angusticlavius
Buonasera a tutti,
Ho già scaricato gratis il gioco su un mio Pc, e ora chiedo come posso scaricarlo anche su un altro mio Pc, anche se ormai sono passate da un pezzo le 24 ore.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
IULIANUS IL VOLSCO

Ecco il mio breve libro, un mio impegno per un approfondimento della storia locale nell'antichità del mio territorio: origini del nome, storia e topografia dell'antica Antium.

Marco Riggi, "Antium: memorie storiche nel territorio di Anzio e Nettuno", Youcanprint, 2019.

Su Amazon.it
https://www.amazon.it/Antium-memorie-storiche-territorio-Nettuno/dp/8831646443



«..il moderno Anzio. Comune di 3500 abitanti, è di recente costituzione (1858), essendo stato sempre un appodiato di Nettuno (Comune di 5500 ab.), il vero centro abitato erede e continuatore degli antichi Anziati. Scorrendo pertanto le memorie antiche di questo popolo, noi non possiamo separare, specialmente nell'età antica, Anzio da Nettuno, perché ogni anticaglia trovata ad Anzio o a Nettuno spetta ad uno stesso centro. Epigrafi anziati trovansi a Nettuno come in Anzio. […] Del resto è certo che la evoluzione del centro abitato [di Nettuno] nel medio evo, fu esclusivamente agricola. Difatti la terza notizia, che ce n'è pervenuta, è quella importantissima dell'essere stata in Anzio [l’antica Antium] fondata una "domusculta", ossia villaggio sparso nel vasto sub antico territorio. Ciò avvenne sotto il papa Zaccaria (a. 741-752) come ne fa fede il citato Liber Pontificalis (ivi, pag. 435). Contemporaneo fu l'abbandono del porto neroniano e lo spostamento od accantonamento degli Anziati a Nettuno. Quindi cessa il nome di Anzio e succede il nome dell'altro, che va divenendo soggetto alle vicende politiche della difesa del mare.»

(Giuseppe Tomassetti, "La Campagna romana antica, medioevale e moderna", vol. II, 1910, pp. 366 e 381-382).

«Che ti importa il mio nome? Grida al vento: 'Fante d'Italia!', e dormirò contento!»

-SOLDATO IGNOTO-

«Le genti che portavano il nome di Umbri sono infatti quelle che diedero vita alla civiltà più antica dell’Italia, come ricorda Plinio, il grande scienziato e storico romano, del quale tutti ricordano la frase "Umbrorum gens antiquissima Italiae". Una civiltà che dal 13° secolo avanti Cristo in poi si estese dalla pianura padana al Tevere, dal mare Tirreno all‘Adriatico, come ricordano gli storici greci, e poi (con l‘apporto safino) pian piano fino all’Italia Meridionale; una civiltà alla quale spetta di diritto il nome di “italica”, come la chiamiamo noi moderni, anche se gli storici greci e romani parlano inizialmente di “Umbri” per la metà settentrionale del territorio, e di “Ausoni” per la metà meridionale. Sul fondamento dei dati linguistici, infatti, possiamo affermare che l’Italia fu una realtà culturalmente unitaria ben prima che Roma realizzasse l’unità politica...»

-Prefazione del dottor Augusto Lancillotti al saggio "La lingua degli Umbri", di Francesco Pinna JAMA EDIZIONI-

«furono i riti italici ad entrare in Grecia, e non viceversa».

-Platone, "libro delle leggi"-

«Cavalcava la tigre di se stesso.E cosa fu la sua vita se non una disperata fedeltà ai propri sogni? La grandezza di Annibale è quì racchiusa,nella sublimazione della vittoria come fine a se stessa,come strumento di passione.Egli non aveva nessuna certezza di piegare il nemico fino in fondo,di vincere la guerra.Forse non l'ebbe mai.Ma la battaglia era il suo palpito d'uomo,e di quel fremito soltanto visse.»

Gianni Granzotto, "Annibale"

«..Tristezza e follia sono compagne.Lo spettacolo era desolante e amaro.Non restò più nulla di ciò che Annibale a Cartagine aveva visto e vissuto.Non restò più nulla di Cartagine.E tutto quello che fin quì abbiamo narrato è costruzione della memoria,ciò che è stato tramandato a noi dei fatti,dei detti,dei luoghi:le regioni dei ricordi,disperse e abbandonate nel grande cerchio del tempo,il solo che eternamente esiste.»

Gianni Granzotto,"Annibale"

8/17/2020 2:21 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 812
Registered in: 6/9/2006
Location: ROMA
Age: 17
Gender: Male
Centurio
Sirius 21, 8/15/2020 5:45 PM:


Su questo non c'è dubbio. Considera che Rome 2 è diventato stabile e tecnicamente pulito solo un anno dopo la sua uscita. UN ANNO DOPO. Ed è diventato un total war decente solo 2 anni dopo. Quando hanno tolto tutte le caxxate che avevano inventato per ROme 2 all'uscita. Vi ricordate le bandiere da difendere nelle battaglie campali? L'assenza di modalità guardia per la fanteria? E tanto altro. In pratica quando hanno eliminato tutte le "innovazioni" che avevano pensato per Rome 2, è diventato un bel gioco.

Detto questo, ritengo ancora oggi che Shogun 2, Fall of the Samurai e Rome 2 (dopo anni di patch!) siano i migliori Total War di sempre. Rimangono imbattuti. E dopo anni, hanno tirato fuori comunque cose interessanti. Rise of the Republic mi piace da matti!



Sirius un giorno lo fai un gameplay dove spieghi bene le dinamiche di Rome2?
Mi riferisco alla politica e l'uso degli agenti che ancora non mi è del tutto chiaro, nel senso che non si capisce quale sia meglio utilizzare in certi frangenti visto che hanno delle abilità simili.
E poi ancora i porti veramente non ne capisco il senso di tutti quei diversi edifici.
Dispersivi e fuorvianti.
Gli stessi generali ancora non capisco perchè uno dovrebbe scegliere la via del guerriero.
E tante altre cosette.

Cmq Shogun2 non si batte perchè fu fatto seguendo il vecchio stile.
Anche nello stile ricordava il gioco da tavolo in legno pregiato.
Come per Empire e i primi Total war.
Lo stile era elegante e signorile aveva un non so che di serio professionale e simulativo.
L'interfaccia di Rome2 ancora la trovo esteticamente scialba e il guazzabuglio che hanno fatto con l'enciclopedia ancora grida vendetta.

Su Troy ancora non mi esprimo dato che ho superato solo i tutorial
Per vedere se c'erano novità
I troiani sembrano una Mod di Empire😂
Proprio non capisco sto salto indietro estetico.

Anche dal punto di vista grafico per me Shogun rimane imbattuto.
8/17/2020 10:20 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 21
Registered in: 11/20/2013
Location: FIRENZE
Age: 52
Gender: Male
Miles
Non è un pò troppo limitante il fatto che non esista una vera e propria campagna e l'obbiettivo sia già stabilito e per tutti uguale?
Considero Shogun 2 il peggiore TW proprio per l'estrema limitatezza della mappa strategica e qui sembra anche peggio.
Probabilmente giocherò solo con gli eroi troiani
8/17/2020 12:59 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,284
Registered in: 7/28/2006
Location: CATANIA
Age: 46
Gender: Male
- Moderatore -
Praefectus Fabrum
Forse sì. Ma un gioco sulla guerra di Troia a cosa dovrebbe portare come condizione di vittoria?

Per i cavalli. Anche io ho letto l'Iliade tempo fa ma non mi sembra che ci fossero reparti a cavallo. A quanto ricordo le armate usavano i cavalli solo per tirare i carri da guerra dei re che li usavano come taxi. Salivano, arrivavano sul campo di battaglia, scendevano e combattevano a piedi. Al massimo l'auriga dava supporto lanciando qualche giavellotto e riportando indietro il suo principe a fine battaglia o se ferito (quindi diventava un'ambulanza...). Evidentemente gli autori greci che composero l'Iliade (o Omero che sia) ricordavano che i loro avi usavano i carri da guerra ma non avevano idea di come (oppure ricordavano un'epoca più tarda in cui i carri avevano effettivamente quel ruolo).

Però più che l'Iliade, in verità bisognerebbe rileggere il poema Posthomerica di Quinto Smirneo che, in età imperiale, compose un'opera che proseguiva e concludeva l'Iliade. Qui, se non ricordo male, le Amazzoni comparivano a cavallo e senza carro, mentre nei vasi attici arcaici e d'età classica anche Pentesilea duellava con Achille a piedi.

Ad ogni modo ho sbloccato le stalle e ora posso arruolare reparti di carristi che lanciano giavellotti mentre il mio Enea ha ottenuto il carro leggero come mezzo di trasporto dopo l'ennesima vittoria sul campo.

I reparti di soldati sui carri, però, sembrano un'idea presa dalla Storia; Egiziani, Ittiti e Assiri, nell'età del bronzo (ossia quando è collocata la guerra di Troia) usavano carri da guerra in gran quantità.
-------------------------------------------------
"Odiare i mascalzoni è cosa nobile" (Quintiliano)

"Ingiuriare i mascalzoni con la satira è cosa nobile, a ben vedere significa onorare gli onesti" (Aristofane)
8/17/2020 4:30 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 812
Registered in: 6/9/2006
Location: ROMA
Age: 17
Gender: Male
Centurio
Re:
Antioco il Grande, 8/17/2020 12:59 PM:

Forse sì. Ma un gioco sulla guerra di Troia a cosa dovrebbe portare come condizione di vittoria?

Per i cavalli. Anche io ho letto l'Iliade tempo fa ma non mi sembra che ci fossero reparti a cavallo. A quanto ricordo le armate usavano i cavalli solo per tirare i carri da guerra dei re che li usavano come taxi. Salivano, arrivavano sul campo di battaglia, scendevano e combattevano a piedi. Al massimo l'auriga dava supporto lanciando qualche giavellotto e riportando indietro il suo principe a fine battaglia o se ferito (quindi diventava un'ambulanza...). Evidentemente gli autori greci che composero l'Iliade (o Omero che sia) ricordavano che i loro avi usavano i carri da guerra ma non avevano idea di come (oppure ricordavano un'epoca più tarda in cui i carri avevano effettivamente quel ruolo).

Però più che l'Iliade, in verità bisognerebbe rileggere il poema Posthomerica di Quinto Smirneo che, in età imperiale, compose un'opera che proseguiva e concludeva l'Iliade. Qui, se non ricordo male, le Amazzoni comparivano a cavallo e senza carro, mentre nei vasi attici arcaici e d'età classica anche Pentesilea duellava con Achille a piedi.

Ad ogni modo ho sbloccato le stalle e ora posso arruolare reparti di carristi che lanciano giavellotti mentre il mio Enea ha ottenuto il carro leggero come mezzo di trasporto dopo l'ennesima vittoria sul campo.

I reparti di soldati sui carri, però, sembrano un'idea presa dalla Storia; Egiziani, Ittiti e Assiri, nell'età del bronzo (ossia quando è collocata la guerra di Troia) usavano carri da guerra in gran quantità.



Bravo è esattamente cosi.
Nell'Iliade i carri erano uno status symbol come oggi lo sono le nostre fuori serie.
Servivano anche per intimorire gli avversari ostentando e sfoggiando ricchezza e quindi potenza.
Omero descrive il carro di Paride come molto lussuoso e addirittura i finimenti in avorio.
Stessa cosa per le armi in bronzo che Omero ci tiene sempre a specificare sia che fossero uno scudo una lancia un armatura o una spada.


[Edited by Argenti| 8/17/2020 4:34 PM]
8/17/2020 10:01 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 21
Registered in: 11/20/2013
Location: FIRENZE
Age: 52
Gender: Male
Miles
Come da tradizione TW ci dovrebbe essere una campagna vera e propria che non debba seguire per forza la storia. L'ambientazione è quella, unità ed eroi lo stesso ma si poteva prevedere di di dover conquistare non solo la città ma l'intero territorio medio orientale ad esempio. Anche perché per gli eroi troiani ad esempio qual'è l'obbiettivo? Se è semplicemente quello di resistere all'assedio non lo comincio nemmeno.
8/17/2020 11:29 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 812
Registered in: 6/9/2006
Location: ROMA
Age: 17
Gender: Male
Centurio
Re:
philo71, 8/17/2020 10:01 PM:

Come da tradizione TW ci dovrebbe essere una campagna vera e propria che non debba seguire per forza la storia. L'ambientazione è quella, unità ed eroi lo stesso ma si poteva prevedere di di dover conquistare non solo la città ma l'intero territorio medio orientale ad esempio. Anche perché per gli eroi troiani ad esempio qual'è l'obbiettivo? Se è semplicemente quello di resistere all'assedio non lo comincio nemmeno.



Può darsi che lo sistemeranno con un aggiornamento.
8/18/2020 3:54 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 1
Registered in: 8/18/2020
Age: 34
Gender: Male
Miles
Buonasera, il gioco si sta aggiornando. Qualcuno sa se si tratta di una patch ? Grazie in anticipo.
8/18/2020 5:48 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 2,694
Registered in: 7/29/2009
Gender: Male
- Amministratore -
Tribunus Angusticlavius

Hotfix perché a molti il gioco crashava dopo la fine delle battaglie.
8/18/2020 10:09 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 2,079
Registered in: 3/24/2009
Gender: Male
Tribunus Angusticlavius
Buonasera a tutti,
Rinnovo la richiesta. Ho già scaricato gratis il gioco su un mio Pc entro le 24 ore. Ora chiedo come posso scaricarlo anche su un altro mio Pc, utilizzando ovviamente il mio account di Epic games.
Inoltre dove si nota il nuovo aggiornamento del gioco? Qual'è la nuova versione build?
[Edited by Iulianus Apostata 8/18/2020 10:11 PM]
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
IULIANUS IL VOLSCO

Ecco il mio breve libro, un mio impegno per un approfondimento della storia locale nell'antichità del mio territorio: origini del nome, storia e topografia dell'antica Antium.

Marco Riggi, "Antium: memorie storiche nel territorio di Anzio e Nettuno", Youcanprint, 2019.

Su Amazon.it
https://www.amazon.it/Antium-memorie-storiche-territorio-Nettuno/dp/8831646443



«..il moderno Anzio. Comune di 3500 abitanti, è di recente costituzione (1858), essendo stato sempre un appodiato di Nettuno (Comune di 5500 ab.), il vero centro abitato erede e continuatore degli antichi Anziati. Scorrendo pertanto le memorie antiche di questo popolo, noi non possiamo separare, specialmente nell'età antica, Anzio da Nettuno, perché ogni anticaglia trovata ad Anzio o a Nettuno spetta ad uno stesso centro. Epigrafi anziati trovansi a Nettuno come in Anzio. […] Del resto è certo che la evoluzione del centro abitato [di Nettuno] nel medio evo, fu esclusivamente agricola. Difatti la terza notizia, che ce n'è pervenuta, è quella importantissima dell'essere stata in Anzio [l’antica Antium] fondata una "domusculta", ossia villaggio sparso nel vasto sub antico territorio. Ciò avvenne sotto il papa Zaccaria (a. 741-752) come ne fa fede il citato Liber Pontificalis (ivi, pag. 435). Contemporaneo fu l'abbandono del porto neroniano e lo spostamento od accantonamento degli Anziati a Nettuno. Quindi cessa il nome di Anzio e succede il nome dell'altro, che va divenendo soggetto alle vicende politiche della difesa del mare.»

(Giuseppe Tomassetti, "La Campagna romana antica, medioevale e moderna", vol. II, 1910, pp. 366 e 381-382).

«Che ti importa il mio nome? Grida al vento: 'Fante d'Italia!', e dormirò contento!»

-SOLDATO IGNOTO-

«Le genti che portavano il nome di Umbri sono infatti quelle che diedero vita alla civiltà più antica dell’Italia, come ricorda Plinio, il grande scienziato e storico romano, del quale tutti ricordano la frase "Umbrorum gens antiquissima Italiae". Una civiltà che dal 13° secolo avanti Cristo in poi si estese dalla pianura padana al Tevere, dal mare Tirreno all‘Adriatico, come ricordano gli storici greci, e poi (con l‘apporto safino) pian piano fino all’Italia Meridionale; una civiltà alla quale spetta di diritto il nome di “italica”, come la chiamiamo noi moderni, anche se gli storici greci e romani parlano inizialmente di “Umbri” per la metà settentrionale del territorio, e di “Ausoni” per la metà meridionale. Sul fondamento dei dati linguistici, infatti, possiamo affermare che l’Italia fu una realtà culturalmente unitaria ben prima che Roma realizzasse l’unità politica...»

-Prefazione del dottor Augusto Lancillotti al saggio "La lingua degli Umbri", di Francesco Pinna JAMA EDIZIONI-

«furono i riti italici ad entrare in Grecia, e non viceversa».

-Platone, "libro delle leggi"-

«Cavalcava la tigre di se stesso.E cosa fu la sua vita se non una disperata fedeltà ai propri sogni? La grandezza di Annibale è quì racchiusa,nella sublimazione della vittoria come fine a se stessa,come strumento di passione.Egli non aveva nessuna certezza di piegare il nemico fino in fondo,di vincere la guerra.Forse non l'ebbe mai.Ma la battaglia era il suo palpito d'uomo,e di quel fremito soltanto visse.»

Gianni Granzotto, "Annibale"

«..Tristezza e follia sono compagne.Lo spettacolo era desolante e amaro.Non restò più nulla di ciò che Annibale a Cartagine aveva visto e vissuto.Non restò più nulla di Cartagine.E tutto quello che fin quì abbiamo narrato è costruzione della memoria,ciò che è stato tramandato a noi dei fatti,dei detti,dei luoghi:le regioni dei ricordi,disperse e abbandonate nel grande cerchio del tempo,il solo che eternamente esiste.»

Gianni Granzotto,"Annibale"

8/18/2020 11:35 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 2,694
Registered in: 7/29/2009
Gender: Male
- Amministratore -
Tribunus Angusticlavius

Installi Epic Games anche sull'altro PC e scarichi nuovamente il gioco. Esattamente come con Steam. Appena fatto stasera.

Per quanto riguarda la versione, vai nella biblioteca. in bassa a destra, di fianco al nome del gioco ci sono dei puntini. Clicca e tra le altre informazioni troverai il numero della versione. L'attuale è 8836.
8/18/2020 11:42 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 2,079
Registered in: 3/24/2009
Gender: Male
Tribunus Angusticlavius
Avevo capito che va installato Epic games launcher anche sull'altro PC, cosa che ho fatto, ma in quel Pc non riesco ad accedere all'account di Epic launcher.
Riproverò. Grazie mille comunque.
[Edited by Iulianus Apostata 8/18/2020 11:44 PM]
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
IULIANUS IL VOLSCO

Ecco il mio breve libro, un mio impegno per un approfondimento della storia locale nell'antichità del mio territorio: origini del nome, storia e topografia dell'antica Antium.

Marco Riggi, "Antium: memorie storiche nel territorio di Anzio e Nettuno", Youcanprint, 2019.

Su Amazon.it
https://www.amazon.it/Antium-memorie-storiche-territorio-Nettuno/dp/8831646443



«..il moderno Anzio. Comune di 3500 abitanti, è di recente costituzione (1858), essendo stato sempre un appodiato di Nettuno (Comune di 5500 ab.), il vero centro abitato erede e continuatore degli antichi Anziati. Scorrendo pertanto le memorie antiche di questo popolo, noi non possiamo separare, specialmente nell'età antica, Anzio da Nettuno, perché ogni anticaglia trovata ad Anzio o a Nettuno spetta ad uno stesso centro. Epigrafi anziati trovansi a Nettuno come in Anzio. […] Del resto è certo che la evoluzione del centro abitato [di Nettuno] nel medio evo, fu esclusivamente agricola. Difatti la terza notizia, che ce n'è pervenuta, è quella importantissima dell'essere stata in Anzio [l’antica Antium] fondata una "domusculta", ossia villaggio sparso nel vasto sub antico territorio. Ciò avvenne sotto il papa Zaccaria (a. 741-752) come ne fa fede il citato Liber Pontificalis (ivi, pag. 435). Contemporaneo fu l'abbandono del porto neroniano e lo spostamento od accantonamento degli Anziati a Nettuno. Quindi cessa il nome di Anzio e succede il nome dell'altro, che va divenendo soggetto alle vicende politiche della difesa del mare.»

(Giuseppe Tomassetti, "La Campagna romana antica, medioevale e moderna", vol. II, 1910, pp. 366 e 381-382).

«Che ti importa il mio nome? Grida al vento: 'Fante d'Italia!', e dormirò contento!»

-SOLDATO IGNOTO-

«Le genti che portavano il nome di Umbri sono infatti quelle che diedero vita alla civiltà più antica dell’Italia, come ricorda Plinio, il grande scienziato e storico romano, del quale tutti ricordano la frase "Umbrorum gens antiquissima Italiae". Una civiltà che dal 13° secolo avanti Cristo in poi si estese dalla pianura padana al Tevere, dal mare Tirreno all‘Adriatico, come ricordano gli storici greci, e poi (con l‘apporto safino) pian piano fino all’Italia Meridionale; una civiltà alla quale spetta di diritto il nome di “italica”, come la chiamiamo noi moderni, anche se gli storici greci e romani parlano inizialmente di “Umbri” per la metà settentrionale del territorio, e di “Ausoni” per la metà meridionale. Sul fondamento dei dati linguistici, infatti, possiamo affermare che l’Italia fu una realtà culturalmente unitaria ben prima che Roma realizzasse l’unità politica...»

-Prefazione del dottor Augusto Lancillotti al saggio "La lingua degli Umbri", di Francesco Pinna JAMA EDIZIONI-

«furono i riti italici ad entrare in Grecia, e non viceversa».

-Platone, "libro delle leggi"-

«Cavalcava la tigre di se stesso.E cosa fu la sua vita se non una disperata fedeltà ai propri sogni? La grandezza di Annibale è quì racchiusa,nella sublimazione della vittoria come fine a se stessa,come strumento di passione.Egli non aveva nessuna certezza di piegare il nemico fino in fondo,di vincere la guerra.Forse non l'ebbe mai.Ma la battaglia era il suo palpito d'uomo,e di quel fremito soltanto visse.»

Gianni Granzotto, "Annibale"

«..Tristezza e follia sono compagne.Lo spettacolo era desolante e amaro.Non restò più nulla di ciò che Annibale a Cartagine aveva visto e vissuto.Non restò più nulla di Cartagine.E tutto quello che fin quì abbiamo narrato è costruzione della memoria,ciò che è stato tramandato a noi dei fatti,dei detti,dei luoghi:le regioni dei ricordi,disperse e abbandonate nel grande cerchio del tempo,il solo che eternamente esiste.»

Gianni Granzotto,"Annibale"

8/21/2020 9:13 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 546
Registered in: 4/24/2007
Gender: Male
Centurio
Qualcuno sa se una volta attuata una Confederazione questa opzione sparisce definitivamente? Cioè non se ne possono fare altre? Oppure ritorna l'opzione dopo tot turni?
8/21/2020 4:08 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 2,662
Registered in: 10/23/2013
Location: TARANTO
Age: 37
Gender: Male
Tribunus Angusticlavius
Pontifex Maximus
La diplomazia è una piaga...richieste assurde ricevo.


"La morte è bella,quando il prode combatte in prima fila e cade per la Patria." Tirteo I,10
8/21/2020 10:01 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 547
Registered in: 7/27/2004
Location: ACCIANO
Age: 33
Gender: Male
Centurio
io mi sono procurato un sacco di vassalli...
8/22/2020 3:55 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 2,662
Registered in: 10/23/2013
Location: TARANTO
Age: 37
Gender: Male
Tribunus Angusticlavius
Pontifex Maximus
Re:
UnicoPCMaster, 21/08/2020 22:01:

io mi sono procurato un sacco di vassalli...



Appunto non è un buon segno...
Poi credo che dipenda anche dalla difficoltà e fazione.100 turni con Ulisse e ne ho viste di cotte e di crude tra: baratti assurdi,fazioni passive,eserciti schizofrenici.
Tu con chi stai giocando,e a che difficoltà? Anomalie ne hai trovate?
Non so...sarà forse che gioco a nord ovest della mappa e quindi non nella zona "bollente",comunque mi è passata la voglia.Ora provo Achille,se è la stessa cosa chiudo.


"La morte è bella,quando il prode combatte in prima fila e cade per la Patria." Tirteo I,10
8/22/2020 11:29 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 547
Registered in: 7/27/2004
Location: ACCIANO
Age: 33
Gender: Male
Centurio
Agamennone, normale
New Thread
 | 
Reply
Cerca nel forum
Tag discussione
Discussioni Simili   [vedi tutte]

Feed | Forum | Bacheca | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.6.1] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 11:48 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2024 FFZ srl - www.freeforumzone.com


© The Creative Assembly Limited.
All trade marks and game content are the property of The Creative Assembly Limited and its group companies.
All rights reserved.